CONDIVIDI

Nella pagina dedicata al Pescara sull’edizione abruzzese del quotidiano “Il Messaggero” oggi in edicola, il club biancazzurro è stato condannato al pagamento di 400mila euro nei confronti della società Fallimento Oran s.r.l.

“La controversia tra la società di Sebastiani e il fallito Iri school college risale al 2011: con una sentenza emessa dal giudice del tribunale di Pescara, Marco Bortone, il sodalizio è stato condannato al pagamento di 400mila euro circa (per la precisione 368.953 più 24.701) alla società Fallimento Oran S.r.l. (ex Opus Sapientia et Mariae – Iri School College S.r.l.). La causa tra il Pescara e la società che gestisce l’istituto privato di Francavilla al Mare che per anni ha ospitato i giovani calciatori del settore giovanile del Delfino è di vecchia data: ad un iniziale decreto ingiuntivo notificato il 1° giugno 2001, il club si era opposto il 6 luglio dello stesso anno. All’Iri School, attualmente fallita e sotto regime di curatela fallimentare, hanno studiato e alloggiato per circa dieci anni i giocatori del vivaio biancazzurro provenienti da fuori regione o da altre province”, riporta il quotidiano.