CONDIVIDI

Riecco Jean Christophe Bahebeck. Finalmente! Il francesino di cristallo da qualche giorno lavoro in gruppo e si candida, stante anche l’indisponibilità di Caprari, per una maglia in quel di Bergamo. Da indossare almeno per uno spezzone di gara…

“Mi sto mettendo a disposizione. A Bergamo spero di giocare almeno uno spezzone di partita”, le parole di Bahebeck durante un evento del club. Bahebeck che ha dunque smaltito l’infortunio al polpaccio sinistro e, gradualmente, può tornare ad essere schierato. L’attaccante, appena 7 presenze con 2 gol in stagione per continui infortuni di natura muscolare, ha manifestato la volontà di restare anche in caso di retrocessione.

La punta, di proprietà del Paris Saint Germain, pensa però anche al futuro. E’ in prestito con diritto di riscatto a favore del Pescara per a 3 milioni di euro ma le parti potrebbero anche accordarsi per il rinnovo del prestito con parte dell’ingaggio pagato dai francesi: altre soluzioni non sono contemplate. Tutto dipenderà dal finale di stagione.

“Pescara mi piace tantissimo – ha dichiarato Bahebeck – i tifosi sono passionali. Vorrei dimostrare per intero il mio valore. L’eventuale serie B, anche se crediamo ancora nella salvezza, non mi creerebbe nessun tipo di problema. Resterei molto volentieri. Ho ancora tanto da imparare”. E’ il secondo “attestato di fedeltà” dopo quello del mediano Benali: “Andare via sarebbe una mancanza di rispetto, Pescara mi ha dato tanto. Non ho mai chiesto di andare via- ha affermato il venticinquenne jolly anglolibico – e non ci penso proprio. Deciderà la società”.

Tornando a Bahebeck, le ultime gare del torneo saggeranno non solo il suo recupero fisico ma anche la sua adattabilità al 4-3-3 zemaniano. “Zeman? Llo conosco poco perchè sono rientrato in gruppo da due giorni, ma si vede subito che è un grande allenatore. Me ne ha parlato benissimo Marco Verratti e mi ha detto che Zeman è un autentico maestro”.

  • Teo

    Bahebeck, al netto delle problematiche fisiche (che tuttavia, a mio avviso, possono avere soluzioni, atteso che hanno cause chiare..!!..), è un grande giocatore, tuttora non completamente “espresso” !… Se fosse stato diversamente, il PSG avrebbe fatto del tutto per liberarsene.. Il fatto che il suo riscatto venga valutato intorno ai 3 milioni di euro, nonostante i problemi fisici che ha avuto finora, la dice lunga sul fatto che il club parigino, pensi ancora di farne un ottimo elemento, utile magari anche alla loro causa o quantomeno poterne ricavare un bel bottino di soldi!..
    E visto che non sono stato chiaro(!) nel passaggio precedente, a proposito delle cosiddette “soluzioni” e delle “cause” dei problemi del “francesino di cristallo”, come viene ormai, universalmente definito, sarò più esplicito!..
    E’ evidente che Bahebeck (ma il discorso potrebbe essere fatto per tanti altri calciatori biancazzurri ma anche di altri club!) mostri una debolezza muscolare abbastanza accentuata e questo è parte delle caratteristiche (anche genetiche!) di ciascuno..
    In questi casi, molta differenza la fanno due aspetti importantissimi, all’interno di uno staff deputato a curare atleti e comunque quanti pratichino uno sport a livello agonistico: 1) l’equipe medica e 2) lo staff dei preparatori.
    Un fisico, ad esempio, particolarmente vulnerabile dal punto di vista del tessuto muscolare va trattato con metodologie di prevenzione medica particolare e di preparazione fisica (e fisioterapica!) ben specifiche!..
    Il fatto che Bahebeck abbia avuto incidenti e ricadute anche nei club francesi dove ha militato (soprattutto nel Saint Etienne), non ne fa un caso irrisolvibile.. I club (e i francesi non fanno certo eccezione!), quando in corso di stagione agonistica si trovano, per un giocatore, davanti a situazioni di questo tipo, non vanno per il sottile e non fanno certo delle ricerche accurate per spiegarsene le ragioni!.. Lo “mandano a curarsi” e, senza chiedersi se quel problema fisico possa riproporsi in futuro, aspettano che “guarisca”…
    Il fatto, poi, che il ragazzo (una sorta di cane che si morde la coda!) sia stato affidato sempre a “mani diverse” (proprio perchè non ha fatto che cambiare casacca in continuazione dal PSG al Troyes, di nuovo al PSG e poi al Valenciennes, di nuovo al PSG per approdare al Saint Etienne a poi tornare per essere girato al Pescara!!) non ha giovato a dar modo e tempo ai vari staff e soprattutto al PSG di accertarne le problematiche !!..
    Zeman è famoso per i suoi metodi e, al netto, della correzione degli errori dell’equipe medica del Delfino (che non mi sembra così “agguerrita”..) sono certo che qualcosa per il francese si potrà fare, soprattutto con una preparazione ad hoc e completa (il prossimo anno??..)..
    Ricordate Ciro Immobile?.. Quando venne a Pescara sembrava un giocatore senza futuro!!.. Era stato in diversi club (cartellino della Juventus, acquistato dal Sorrento, era stato parcheggiato a Siena e a Grosseto), spesso sostituito o subentrato, ma anche soggetto a infortuni..
    Quando arrivò a Pescara, il ruolo da titolare non era certo suo, visti i trascorsi poco lusinghieri, ma la cura Zeman ne fece quello che poi è diventato!!.. 28 gol e capocannoniere della serie B nel campionato 2011/12 e 28 gol nel campionato di serie A con il Torino e capocannoniere !!!..
    Tutto ciò gli è valso un campionato in Bundesliga con il Borussia Dortmund e uno in Liga spagnola nel Siviglia, prima di tornare in Italia nella Lazio, dove sta letteralmente spopolando!!.. Dalle premesse di giovane calciatore non si sarebbe detto che avrebbe fatto una carriera tanto sfolgorante, da arrivare anche ad essere uno dei punti forza attuali (insieme al gallo Belotti) della nazionale di calcio!!..
    Affidiamo Bahebeck al boemo e al suo staff e vedrete che ne farà un giocatore fisicamente a posto!!…

  • Pingback: Uno sguardo al futuro: il Pescara già si muove sul mercato.... - PESCARA Sport 24()