CONDIVIDI

La pista anticipata in tempi non sospetti è stata feconda. Nel matrimonio tra Mancuso e il Pescara manca solo l’atto formale dell’annuncio. Ma non ci sono dubbi che il Delfino e la sua nuova punta, il “Callejon della Lega Pro” per parafrasare il giudizio dato da Palladini proprio a noi di PS24 (leggi qui), convoleranno a nozze in estate.

Leonardo Mancuso è virtualmente del Pescara, dunque. Il bomber della Sambenedettese, in grado di giocare nei tre ruoli del tridente indifferentemente (ma preferisce agiste da ala sinistra per poter rientrare e sferrare il suo micidiale destro), secondo alcune indiscrezioni intercettate ha già messo nero su bianco con il club biancazzurro: tirennale fino al 2020, il 1° luglio – quando il regolamento lo consentirà – verrà depositato il contratto.

Già siglato da qualche giorno il pre-contratto: l’accordo in essere con il club marchigiano scadrà il prossimo 30 giugno e da febbraio poteva lecitamente accordarsi con altri club. Il Pescara è stato rapido: il ds dei biancazzurri Peppino Pavone ha visionato più volte la punta durante la stagione e subito dopo la pausa natalizia si è avuta l’accelerazione vincente.

Sbaragliata la concorrenza di Pisa, Brescia e Spezia, club che avevano cercato con insistenza l’attaccante rossoblù: Mancuso sarà biancazzurro con ingaggio raddoppiato, dai 40mila euro attuali, inizialmente per poi salire per i restanti due anni di contratto