CONDIVIDI

A PArigi è un vero idolo (QUI IL VIDEO DA NON PERDERE CON IL CORO A LUI DEDICATO DAI SUPPORTERS DEL PSG), ma Marco Verratti ornerà prima o poi a vestire la maglia del Pescara. L’auspicio del popolo biancazzurro è possibile ovviamente alla fine della carriera del Gufetto di Manoppello ed ha un sostenitore d’eccezione: il fratello dello stesso Verratti.

Ai microfoni de L’Equipe, il fratello di Marco Verratti, Stefano ha parlato del futuro del centrocampista che piace tanto alla Juventus: “Penso che se potesse, Marco rimarrebbe tutta la vita al Psg. Lui è molto attaccato a quella città, lì è nato suo figlio. I compagni cambiano, ma la squadra e la città restano. A Parigi Marco è diventato un uomo. Secondo me, in Italia tornerebbe solo nel momento in cui il Psg decidesse di non ritenerlo più utile. Io spero che possa chiudere la carriera nel Pescara, quando magari avrà 30 o 32 anni. Magari può fare prima un anno in Cina”, ha spiegato Stefano Verratti.

Che poi che ha rivelato un retroscena di mercato: “Pensavo andasse alla Juve perché quando eravamo piccoli, quando giocavamo a calcio in camera, il nostro sogno era la Juventus. Quando aveva 14 anni il Milan lo voleva, Marco decise di non andarci perché era troppo giovane. Sarebbe stato triste, avrebbe giocato male. Poi un amico mi mostrò un giornale che diceva che Marco sarebbe andato alla Juve! Ma lui aveva già firmato con il PSG. Tutto fatto in una settimana. Mia madre era sorpresa della sua scelta di partire dall’Italia. Ammetto di aver avuto paura che lui rimpiangesse la sua scelta. Ma in realtà voleva dire che era già molto forte”.