CONDIVIDI

Dopo lo scossone in panchina (con l’esonero di Oddo e l’inaspettato ritorno di Zeman), si torna a giocare. Domenica prossima, tra le mura amiche dello stadio Adriatico, i biancoazzurri affronteranno il Genoa. La sfida di andata si chiuse con il punteggio di 1-1 con un arbitraggio che fece scatenare l’ira del presidente Preziosi, autore di piccanti dichiarazioni al termine della gara.

I rossoblù sono in crisi nera di risultati, con la panchina del tecnico Juric fortemente in bilico nonostante le rassicurazioni degli ultimi giorni: nelle ultime otto gare appena due punti conquistati, frutto di altrettanti pareggi, contro Crotone e Fiorentina.
Non saranno dell’incontro i lungodegenti Perin e Miguel Veloso così come Gentiletti e Ntcham che torneranno in gruppo tra qualche giorno. In dubbio la presenza di Taarabt, afflitto da un affaticamento muscolare.

Per quanto concerne la probabile formazione, il tecnico Juric si dovrebbe affidare al 3-4-2-1 con Izzo, Burdisso e Munoz a comporre la linea difensiva a protezione della porta difesa da Lamanna. A centrocampo Cataldi e Hiljemark favoriti per una maglia da titolare, mentre sulle fasce agiranno Lazovic e Laxalt. Davanti Rigoni (in ballottaggio con Morosini) e Palladino a supporto dell’unica punta Simeone.