CONDIVIDI

L’allenatore del Torino Sinisa Mihajlovic è intervenuto nella consueta conferenza stampa alla vigilia della gara contro il Pescara: “Nessuno dei miei ragazzi mollerà, anche perché, se me ne dovessi accorgere, chi lo farebbe sarebbe fatto fuori. Il gruppo è compatto. Nell’arco di una stagione possono capire dei periodi difficili, si tratta di un lungo percorso con rettilinei dove si può accelerare, alcuni stop e curve pericolose. Sarà importante trovare un equilibrio, cosa non facile, dato che questo è il mio primo anno qui. Tramite il lavoro possiamo trovare delle soluzioni, così come abbiamo risolto il problema delle palle inattive risolveremo il resto”.

Il trainer dei granata ha proseguito parlando del Pescara: “Non lo sottovaluteremo, ho visto le loro partite contro Lazio e Fiorentina ed hanno fatto bene. In Serie A non ci sono mai partite facili all’inizio, dipenderà da noi e faremo di tutto pur di conquistare la vittoria. Siamo in un tunnel di risultati non positivi, domani vincendo potremmo uscirne”.

Il tecnico serbo ha concluso parlando della situazione degli infortunati e degli screzi negli spogliatoi: “Valuterò nel corso dell’allenamento che avremo tra poco. Rossettini sarà sicuramente out, così come Carlao. Ljajic? Era arrabbiato perché non era riuscito a segnare e si aspettava di fare meglio. Né Baselli, né Falque erano arrabbiato con me: probabilmente è stato scritto diversamente perché i giornali si devono vendere. Io ho sempre rispettato i calciatori, non ci sono problemi personali”.