CONDIVIDI

Al centro sportivo “Poggio degli Ulivi” la Primavera torna al successo vincendo 2-0 contro l’Udinese sesta in classifica. Prima Muric nel primo tempo e poi Delli Carri nella ripresa regalano alla truppa di Ruscitti tre punti importanti contro un avversario non facile. Gli abruzzesi nel prossimo turno andranno a far visita all’Empoli mentre i friulani torneranno tra le mura amiche contro la Pro Vercelli.

Calcio d’inizio per i biancazzurri. Il primo squillo è dei padroni di casa: Muric raccoglie un pallone vagante in area, taglia in profondità tallonato da un difensore bianconero ma la sua conclusione si spegne sul fondo da buona posizione. Gli ospiti rispondono con una conclusione di Halilovic ma la sfera viene deviata in angolo (Nulla da segnalare sulla battuta). Dopo una fase di studio, al 26’ sono gli abruzzesi a passare: su un cross al centro di Djallo Muric si avventa sulla respinta corta della difesa friulana e di prima batte Bosellini con una conclusione rasoterra a fil di palo. Tre giri di lancette dopo gli adriatici sfiorano il raddoppio ma Battista sciupa tutto dall’area piccola colpendo male il pallone. L’Udinese prova con ordine a cercare il pareggio ma la truppa di Ruscitti chiude tutti i varchi.

La ripresa inizia con gli stessi 22 del primo tempo. Al 51’ Muric perde un pallone sanguinoso a centrocampo ma Garmendia, involato in contropiede, non finalizza l’azione. Qualche minuto dopo Ruscio s’incunea in area e scarica al centro, Antonino è provvidenziale a deviare in corner. I biancazzurri ribaltano colpo su colpo: Maloku serve Del Sole che, dal vertice destro dell’area di rigore, impegna Bosellini. L’undici di Mattiussi prova con tutte le sue forze a centrare il pareggio: prima Djololu dal centro dell’area di rigore spedisce alto, poi Halilovic da fuori costringe Antonino agli straordinari per deviare un preciso rasoterra in angolo. La partita si accende: al 64’ Battista, di testa, spedisce di un niente sul fondo.  Tre giri di lancette dopo i bianconeri hanno un’altra possibile palla gol: Parpinel, per due volte, conclude nel cuore dei 16 metri locali ma è provvidenziale il recupero di un difensore biancazzurro. Gol mangiato, gol subito: su un corner Delli Carri è il più lesto di tutti e spedisce il pallone in fondo al sacco raddoppiando per i suoi. Alla mezzora gli ospiti potrebbero accorciare le distanze con Parpinel tutto solo in area ma Antonino è prodigioso a deviare il colpo di testa sul fondo. Sempre lo stesso numero 6, in un duello tutto personale, impegna l’estremo difensore di casa con una volè ben piazzata su calcio d’angolo.

Pescara – Udinese 2-0 (1-0)

Reti: 27’ Muric, 68’ Delli Carri (P)

Pescara: Antonino, Maloku, Ferrini, Palestini, Delli Carri (86’ Scimia), Rodriguez (64’ Pompetti), Djallo (C), Capocasa (55’ Di Giacomo), Mancini, Del Sole, Muric.
A disposizione: Scuccimarra, Albanese, Di Giacomo, La Barba, Scimia, Marino, Pompetti, Di Cerchio, Battista, Liguori, Sow.
Allenatore: D. Ruscitti.

Udinese: Bosellini, Serafin, Ermacora, Bovolon (C), Vasko, Parpinel, Djoulou (80’ Bocic), Halilovic, Armenakas, Ruscio Garmendia, Variola (68’ Melissano).
A disposizione: Vidizzoni, Pieve, Donadello, Samotti, Brunetti,Gktertsos, Nicoloso, Melissano, Bocic.
Allenatore: L. Mattiussi.

Ammoniti: 50’ Parpinel (U),

Arbitro: Luigi Carella di Bari coadiuvato dagli assistenti Sante Selicato di Siena e Fabio Pappagallo di Molfetta.

Note: presente sugli spalti l’allenatore biancazzurro Massimo Oddo e il ds Peppino Pavone.