CONDIVIDI

L’allenatore della Lazio Simone Inzaghi ha parlato nel corso della consueta conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Pescara: “Speravo di andare avanti in Coppa Italia, non mi interessa l’avversario. Ci tenevamo a conquistare questa settimana. La nostra è una squadra competitiva, degli incidenti di percorso come quello con il Chievo ci possono essere. Siamo stati bravi a ricompattarci. Progetto giovani? Spero di aver dato un segnale, spesso gli allenatori si fanno troppi problemi, è inutile non credere nei giovani”.

Il tecnico dei biancocelesti ha proseguito parlando del Pescara: “Domani servirà l’approccio giusto, dovremo essere concentrati al massimo, si richiede un livello di concentrazione maggiore rispetto alla gara contro l’Inter. Il Pescara gioca un buon calcio ed ha una classifica bugiarda, si è anche rinforzata a gennaio. Senza spirito giusto, il match potrebbe diventare più insidioso del previsto, troveremo un ambiente difficile. Dovremo essere bravi a finalizzare tutte le occasioni possibili, cercheremo di vincere a tutti i costi”.

Il trainer piacentino ha concluso parlando degli undici che dovrebbero scendere in campo all’Adriatico: “Keita spero continui con noi, è tornato bene: valuterò se schierarlo da subito titolare oppure farlo partire dalla panchina. La formazione di domani terrà conto del recupero di tutti, faremo qualche cambio. De Vrij è disponibile, gli ho concesso un giorno di riposo perché affaticato. Parolo e Lulic? Hanno sempre giocato, possibile che restino fuori. Milinkovic-Savic giocherà dal 1′, ha riposato a San Siro”.