La Lazio non farà sconti, ma non sottovaluta l’orgoglio del Delfino

PescaraSport24 offre ai suoi lettori una corrispondenza di prestigio, quella di Enrico De Lellis di LazioPress.it Buona lettura!

1
CONDIVIDI

In vista di Pescara – Lazio, PescaraSport24 offre ai suoi lettori una corrispondenza di prestigio, quella di Enrico De Lellis di LazioPress.it Buona lettura!

QUI FORMELLO – Dopo la sfortunata sconfitta contro il Chievo nell’ultima giornata di campionato e l’importante vittoria nei Quarti di Coppa Italia, contro l’Inter, la Lazio è pronta ad affrontare l’ennesima prova di maturità domenica prossima a Pescara. Un match insidioso, guai a giudicare la squadra dell’ex mai dimenticato capitano Massimo Oddo, I pochi punti e la bassa classifica, non rispecchiano del tutto il valore della squadra, che in molte partita come nel recupero contro la Fiorentina avrebbe meritato qualcosina di più. L’ambiente sarà caldo, la contestazione intorno a Caprari e compagni leva quel pizzico di serenità che fino ad ora ha caratterizzato l’ambiente pescarese. La sfida contro i biancocelesti per il tifo ha sempre un sapore particolare, persa nella notte dei tempi.Per gli uomini di Inzaghi sarà una “battaglia”, ma è vietato sbagliare per raggiungere l’obiettivo europa sventolato ai quattro venti dalla dirigenza biancoceleste ad inizio stagione. la Champions League rimane un lontano miraggio, con Napoli e Inter, destinate a fare un campionato tutto loro. Il discorso cambia quando si parla di Europa League: Fiorentina, Milan e la stessa Lazio, senza scordarsi l’Atalanta daranno vita ad un torneo nel torneo fine alle ultime giornate di campionato. Il must dentro lo spogliatoio romano è vietato sbagliare. Toccherà ad Anderson e all‘ex idolo Immobile portare l’intera posta a Roma.

CAPITOLO FORMAZIONE – A meno di clamorosi scelte dell’ultimo minuto la Lazio si schiererà con il consueto 4-3-3. Tra i pali ci sarà Marchetti (nelle ultime partite preso un pò di mira dai tifosi biancocelesti), Basta (favorito su Patric), con de Vrij, Wallace e Radu completerà la linea difensiva. A centrocampo Biglia (fresco di rinnovo) guiderà le geometrie del reparto, con Parolo e Milinkovic Savic al suo fianco. Davanti spazio alla fantasia con Kieta che dopo l’eliminazione della Coppa d’Africa con il Senegal è pronto a riprendersi il posto dal primo minuto, Immobile sarà il punto di riferimento dell’attacco biancoceleste. A completare il reparto ci sarà Felipe Anderson