CONDIVIDI

Non solo Gilardino (leggi qui), la settimana entrante porterà altri due regali (Cubas e Mandragora) oltre a sviluppi su uscite (leggi qui) ed altri rinforzi. Proprio su quest’ultimo aspetto concentriamo il nostro focus.

ATTACCO: Piace tanto, tantissimo Augustin del Psg, punta classe 1997 per il quale i contatti sono continui. A breve ci saranno sviluppi. Per completare il reparto offensivo la prima scelta è lui e non Gaetano Monachello, che gli agenti sono tornati ad offrire dopo gli infruttuosi approcci della scorsa estate.

MATTIELLO. Piccoli intoppi per Federico Mattiello, ma l’affare non è in discussione. Servirà solo qualche giorno in più e il ritardo è dovuto a due ordini di problemi. Il primo e più importante è di natura fisica. L’esterno classe 1995 è reduce da due gravi infortuni e sembra essere perseguitato dalla sfortuna. Nella giornata di sabato, durante una partitella con la Primavera bianconera, in un fortuito contrasto di gioco ha riportato la frattura delle ossa nasali con deviazione del setto e nei prossimi giorni verrà sottoposto ad intervento chirurgico. Il secondo problema è squisitamente di opportunità in casa Juve. Con Alex Sandro infortunato ed Evra in lista di partenza (il giocatore, nonostante l’emergenza sulla corsia mancina, non figurava nella lista dei convocati per la sfida al Bologna), a Max Allegri restano solo gli adattabili Asamoah e Chiellini: Marotta e Paratici daranno il via libera a Mattiello ma dopo aver deciso se intervenire sul mercato per un nuovo terzino oppure se risolvere il problema rivolgendosi ad una soluzione interna.

MUNTARI E LEDESMA. In settimana è previsto un nuovo incontro anche con gli agenti di Sulley Muntari. Il giocatore, svincolato, non gioca da mesi dopo la fine dell’avventura araba con l’Al-Ittihad ed il club biancazzurro vuole garanzie di ordine fisico prima di chiudere l’accordo. Il giocatore, comunque, non è inattivo: da mesi lavora con un preparatore personale e decisivi per la fumata bianca saranno i test atletici ai quali si sottoporrà il trentaduenne ghanese. L’accelerata per Muntari frena in maniera praticamente definitiva Ledesma. Si intende irrobustire la mediana con un profilo di interdizione invece di uno di governo e gli agenti dell’argentino, ancora in attesa di un nuovo vertice, hanno capito che la strada è ormai in salita. Ecco perché sono tornati a guardarsi intorno. E le offerte non mancano, l’ultima è quella del Lecce che prova a far leva sul lato romantico più che su quello economico per convincerlo a scendere in Lega Pro. Da Lecce è infatti partita la scalata di Ledesma al calcio che conta, lì ha trovato moglie e proprio nel Salento uno dei fratelli del centrocampista ha aperto un’attività commerciale.

FARAONI. Il terzino dell’Udinese piace moltissimo ad Oddo, ma è un over e dunque servono dismissioni in lista per poterlo innestare. E non è il solo problema: l’Udinese per farlo partire ha bisogno di reperire un vice Widmer. La pista non è affatto mota, ma servono tempo e qualche incastro giusto.