CONDIVIDI

Pescara-Fiorentina, gara valida per l’ultima giornata di andata della Serie A TIM e programmata per oggi alle ore 15.00, è stata rinviata nella mattinata di ieri per motivi di ordine pubblico. Il Prefetto di Pescara, Francesco Provolo, ha disposto il rinvio dopo che il GOS (Gruppo Operativo di Sicurezza), nella riunione del mattino, aveva riscontrato l’impossibilità di garantire la sicurezza degli spettatori a causa della presenza di neve e ghiaccio sulle gradinate dell’Adriatico.

Con i biglietti venduti, oltre agli abbonati, era già stata raggiunta quota 10mila unità, compresi i sostenitori della Fiorentina (erano attesi ben 9 pullman) e del Vicenza (2 pullman), questi ultimi attesi per festeggiare il gemellaggio e i 40 anni della tifoseria organizzata pescarese. Pur febbricitante, l’assessore Giuliano Diodati sin dalle prime ore si era recato allo stadio Adriatico palesando sin da subito perplessità sulla possibilità di mantenere invariato il programma calcistico, tanto più che la viabilità in via Pepe e nelle strade adiacenti all’impianto risultava fortemente compromessa e che le previsioni per la serata parlavano di un ulteriore abbassamento delle temperature

Domani, lunedì 9 gennaio, la Lega Serie A fisserà la data del recupero dell’incontro.

Per il recupero, che si terrà in data infrasettimanale e presumibilmente in orario serale, si dovrà considerare il calendario fittissimo che attende adesso la Fiorentina, impegnata anche in Coppa Italia e in Europa League. Le prime indiscrezioni raccolte da PS24 indicano in mercoledì 18 gennaio la data plausibile, con alternative 1 febbraio o 25 gennaio se i viola dovessero essere eliminati dalla Tim Cup dal Chievo Verona (match in programma al Franchi mercoledì prossimo alle ore 17:30).

Gli ultimi rinvii per neve a Pescara risalgono al febbraio 2012 in epoca Zeman: vennero rinviate Pescara-Reggina e Pescara-Juve Stabia