CONDIVIDI

Fuochi d’artificio nerazzurri per fine anno. Sei vittorie ed un pareggio tra campionato e Winter Cup, con il quarto posto al giro di boa del torneo di serie A e la qualificazione alle Final Four della competizione invernale in tasca: l’AcquaeSapone Unigross ha chiuso il 2016 in crescendo ed ora punta con rinnovata speranza ad un 2017 di successi. La svolta si è avuta con il cambio in panchina. Da quando a guidare i nerazzurri c’è Antonio Ricci, infatti, la squadra ha cambiato volto. Ed ha innestato una striscia positiva ancora aperta.

«C’è ancora tanto, tantissimo da migliorare», dice il trainer che non vuole assolutamente cullarsi su effimeri allori, ben consapevole che si è solo a metà stagione. «La strada da percorrere è lunghissima e questa squadra non si esprime ancora per quello che è il suo reale potenziale. Siamo cresciuti molto dal mio arrivo, ma il percorso non si è concluso. Abbiamo dei margini di miglioramento esponenziali», spiega. Il suo lavoro è stato psicologico, dovendo ricaricare le pile mentali di un gruppo partito con i favori del pronostico ma incapace di rispecchiare sul parquet il suo valore, ed ovviamente tattico. «Questo secondo aspetto è quello nel quale dobbiamo crescere ancora molto», conferma. Ricci è chiamato a gestire uno spogliatoio pieno di campioni (Mammarella, ora infortunato, è stato eletto ieri il “Pallone Azzurro 2016” del futsal), ma avere tanti uomini dai curricula importanti e dalle personalità forti per lui non è un problema: «A mio parere è una risorsa – ammette – è più facile con giocatori importanti parlare la stessa lingua».

L’AcquaeSapone è in corsa per le tre competizioni nazionali e non si pone limiti. Ma guarda ad un obiettivo per volta. Nel palazzetto amico e da testa di serie l’equipe nerazzurra si è garantita l’accesso alla fase finale della Winter Cup per la terza volta in quattro edizioni e adesso si punterà fortemente al successo finale. «Per me sarebbe importante riuscire a vincere la Winter Cup, cioè la prima competizione in ordine di tempo che disputeremo. Molte squadre si nascondono e sostengono di non puntarci, per me invece conta tanto. Alzare un trofeo sarebbe importantissimo». La sfida a Pescara, Napoli e Luparense, ossia alle altre tre pretendenti, è lanciata. Prima però c’è da pensare di nuovo al campionato: il primo ostacolo del 2017 per Ricci e soci è la sfida esterna alla Cioli Cogianco